Mercati azionari: apertura positiva su ottimismo per un possibile accordo tra democratici e repubblicani

Scritto il alle 08:52 da cmcmarkets

Apertura in territorio positivo per i mercati europei dopo la chiusura rialzista di Wall Street. Circolano voci di accordo tra democratici e repubblicani sull’innalzamento del debito pubblico e la fine dello shutdown. Le difficoltà maggiori sono al Congresso a maggioranza repubblicana. Nel frattempo la fatidica data del 17 ottobre si avvicina e la calma dei mercati azionari potrebbe lasciare spazio a forti reazioni negative se dovesse essere superata. In Europa spazio alla Germania e alla Gran Bretagna con la diffusione in mattinata rispettivamente del sondaggio Zew e dei dati sui prezzi al consumo.

Il mercato azionario continua a mostrare un elevato livello di fiducia sulla possibilità che democratici e repubblicani raggiungano un accordo sull’innalzamento del tetto al debito nel corso della settimana. A sostenere questa fiducia alcuni rumors su un avvicinamento delle due parti al Senato anche se il vero problema è il Congresso a maggioranza repubblicana. Questo crescente ottimismo ha favorito nuove spinte al rialzo dell’S&P500, riportatosi sopra quota 1.700 a portata dei massimi a 1.725.

In realtà la possibilità di un accordo prima del 17 ottobre continua a rimanere improbabile mentre la fiducia nel recupero dell’economia Usa nel quarto trimestre comincia a svanire nel momento in cui si entra nel quindicesimo giorno di shutdown. I mercati non sembrano preoccuparsene al momento è questo potrebbe essere parte del problema. La mancanza di pressione da parte dei mercati sembra suggerire che i politici americani non correranno il rischio di superare la deadline di giovedì. Tuttavia sappiamo bene dall’esperienza passata che i politici agiscono di solito quando la pressione esterna dei mercati diventa insopportabile. E’ possibile che sia necessario arrivare a questo punto prima di vedere qualche cambiamento. Naturalmente non si può escludere che una buona dose di buon senso possa portare a un accordo nelle prossime 48 ore. La flemma dei mercati potrebbe venir meno con il superamento della deadline e se si arrivasse al fine settimana ancora senza accordi.

I mercati europei hanno aperto la seduta con tono positivo favoriti dalla chiusura di Wall Street. Al centro dell’attenzione in Europa i dati macroeconomici in arrivo da Germania e Regno Unito. In Gran Bretagna l’inflazione dovrebbe mostrare una prosecuzione del rallentamento in settembre, al 2,6% da 2,7%. In realtà la pressione sui prezzi dovrebbe rimanere sostenuta nel Regno Unito anche in vista degli aumenti delle bollette atteso a novembre. In Germania, nonostante i dati deludenti arrivati dagli ordini di fabbrica nel mese di agosto, i dati economici rimangono solidi. Le aspettative per l’indice Zew sono per un leggero arretramento a 49,2 da 49,6 che non intacca le sensazioni positive che circondano l’economia tedesca.

Michael Hewson, Senior market analyst CMC Markets UK

Il Forex è il mercato più trattato e  il più liquido al mondo. Facendo trading con i CFD sul Forex  i trader possono negoziare qualsiasi volume con spread e margini altamente competitivi. Inoltre, il mercato Forex è meno esposto al rischio di slippage.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli Recenti dal Network
Analisi Tecnica Il nostrano esce dalla parte alta del trading range ponendo il target in area 24285. Target che potrebbe essere raggiunto non senz
Uno dei principali ostacoli all’adesione alla previdenza complementare era costituito dall’obbligo del versamento intrgrale del proprio tfr alla f
Periodo di trimestrali USA e non solo. Qui vi presenterò un sunto di quanto sta accadendo; ma non solo lo spot conta. E il futuro degli utili azien
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno del presente articolo
Il FMI scopre l’acqua calda. Nel World Economic Outlook il Fondo Monetario Internazionale ha confermato le stime di crescita globale 2018 e 2019
Probabilmente molti di Voi non ci hanno fatto caso ma in settimana tra le righe in anteprima vi avevamo messo una notizia, da prendere in seria co
Avvio in marginale ribasso per il Ftse Mib che comunque resta in quota sopra 23.700 in una situazione di bassa volatilità che ormai sta caratterizzan
Tra gli alti ed i bassi teoricamente imprevedibili, qualcosa di molto metodico, invece, è visibile sul mercato. Facciamo riferimento al solito b