Mercati azionari: Regno Unito e Stati Uniti, dati macro sotto la lente di BoE e Fed

Scritto il alle 10:07 da cmcmarkets

Regno Unito e Stati Uniti protagonisti dell’agenda macro odierna. Dati importanti anche alla luce della svolta economica che ha caratterizzato i due Paesi. Sebbene disomogenei i dati macroeconomici segnalano un recupero delle due economie. La conseguenza è che Bank of England e Federal Reserve appaiono più vicine di altre banche centrali a una svolta di politica monetaria.

La giornata di oggi presenta diversi appuntamenti interessanti per quanto riguarda il Regno Unito e gli Stati Uniti mentre sono attesi volumi sottili in vista della sosta di Wall Street, domani, per la festività del Ringraziamento. Ieri l’indice Dow Jones Industrial è salito a segnare nuovi massimi storici, non così ha fatto l’S&P500 rimasto leggermente attardato pur con una chiusura rialzista. Ha pesato il dato sulla fiducia dei consumatori del mese di novembre, inferiore alle attese.

Nella notte i mercati asiatici hanno messo in scena una seduta mista, disorientati dall’andamento negativo registrato sui mercati europei e con uno sguardo rivolto all’aumento delle tensioni militari tra Cina e Giappone.

Sempre nel corso della nottata in Germania conservatori e socialdemocratici hanno raggiunto l’accordo per il varo del governo di Grande coalizione. Salario minimo e aumento dei trattamenti pensionistici sono tra i temi entrati nel patto.

Nel Vecchio continente il principale tema della giornata sarà il dato sul Pil britannico nel terzo trimestre. Non si attendono in realtà particolari sorprese con una crescita che il consensus vede allo 0,8% rispetto al trimestre precedente. Sarà interessante analizzare quanta parte di questa crescita arrivi dalle esportazioni e quanta dai consumi privati. Ancora più importante, perché la crescita sia sostenibile nei trimestre successivi, che la spesa pubblica rimanga bassa e che crescano, invece, gli investimenti delle imprese.

Dati interessanti arriveranno anche da Oltreoceano. I dati continuano a fluire disomogenei dagli Stati Uniti, come messo in luce dalla rilevazione sulla fiducia dei consumatori resa nota ieri. Le vendite di beni durevoli sono attese in decrescita dell’1,9% rispetto all’aumento registrato in settembre (+3,7%). In crescita dovrebbero invece risultate le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione, a 330.000 da 323.000 mentre l’indice Chicago Pmi dovrebbe rallentare a 60,6 dopo il balzo a 65,9 del mese di ottobre.

Difficilmente i singoli numeri possono modificare le aspettative sull’eventuale avvio del tapering a settembre ma ciò non impedirà ai mercati di continuare a speculare su quali saranno le scelte nel prossimo meeting della Federal Reserve. Solo una strabiliante crescita dei salariati non agricoli, in uscita settimana prossima, potrebbe spingere la Fed ad agire. E anche si verificasse questa ipotesi, le incertezze tuttora esistenti riguardanti il debt ceiling, renderebbero arduo per la banca centrale americana ancorare la propria azione ad un livello di tassi predefinito. La speranza tuttavia è che si giunga ad una decisione sul tapering al più presto possibile poiché tale incertezza sta logorando il mercato.

Michael Hewson, Senior market analyst CMC Markets UK

Il Forex è il mercato più trattato e  il più liquido al mondo. Facendo trading con i CFD sul Forex  i trader possono negoziare qualsiasi volume con spread e margini altamente competitivi. Inoltre, il mercato Forex è meno esposto al rischio di slippage.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli Recenti dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) ) [ uscita rialzista ] prossimo 2019/2020 Setup
Dopo un lungo periodo di uptrend, il mercato sembra perdere smalto. E' in atto un lento processo che potrebbe avere connotati distributivi nel lungo
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno del presente articolo sono sempli
Mercati: aprono deboli i mercati europei a seguito del rosso registrato ieri sugli indici americani ancora una volta scossi dalle news sul tema dazi e
Nulla di particolare a Wall Street nel giorno di Pasquetta, un po di panico qui e la, come ai bei tempi della Grande Depressione... A Wall Stre
Il fondo immobiliare Vegagest è il primo prodotto finanziario che una società di gestione sospende nel giorno stesso in cui era previsto il rimbor
Il fondo immobiliare Vegagest è il primo prodotto finanziario che una società di gestione sospende nel giorno stesso in cui era previsto il rimbor
Il fondo immobiliare Vegagest è il primo prodotto finanziario che una società di gestione sospende nel giorno stesso in cui era previsto il rimbor