Nonfarm Payrolls Usa, fattori stagionali dietro forte decelerazione di dicembre

Scritto il alle 16:21 da Redazione Finanza.com

I nuovi posti di lavoro nei settori non agricoli in Usa a dicembre sono saliti di sole 74 mila unità, contro le 200.000 attese. Il tasso di disoccupazione è sceso al 6,7% (dal 7% di novembre), arrivando ai minimi da ottobre 2008. Sul 2013 la crescita media mensile dei posti di lavoro è stata di 182 mila unità, in linea con quella del 2012 (183 mila), mentre il solo dato di dicembre è stato il più basso degli ultimi 3 anni. È stato rivisto il dato di novembre a 241 mila unità da 203 mila. Il tasso di partecipazione alla forza lavoro è sceso di 0,2 punti percentuali, arrivando al 62,8%.

I settori che maggiormente hanno contribuito a questo dato sono stati quelli delle vendite al dettaglio (+55 mila) e quello manifatturiero (+9 mila). Male quello delle costruzioni (-16 mila) e dell’health care (-6 mila unità).

I nuovi posti di lavoro hanno deluso le attese, anche se è molto probabile che nei prossimi mesi questo dato sia rivisto al rialzo. Probabilmente alcuni fattori stagionali (cattive condizioni climatiche e festività) potrebbero aver inficiato sulla collezione dei dati. Al contempo la discesa del tasso di disoccupazione che è arrivata ai minimi dal 2008 potrebbe essere dipesa dalla diminuzione della forza lavoro, dato che molte persone smettono temporaneamente di cercare lavoro durante le festività.

Il mercato ha reagito in maniera molto nervosa. Gli indici azionari non hanno subìto particolari shock, mentre sul fronte valutario abbiamo assistito a un forte deprezzamento generalizzato del dollaro.

Nonostante i movimenti sul mercato valutario, non riteniamo che queste figure siano in grado di modificare più di tanto la conduzione del tapering della Fed, che dovrebbe terminare dopo l’estate. Il dato di oggi elimina solo i dubbi di coloro che pensavano in un ulteriore riduzione degli acquisti di asset nel meeting di fine gennaio. In questo momento ci aspettiamo che sarà la Yellen nel suo primo meeting di marzo ad agire.

VINCENZO LONGO
Market Strategist IG

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Nessun commento Commenta

Articoli Recenti dal Network
Stoxx Giornaliero Buonasera, situazione ciclica invariata per lo Stoxx. Ho lasciato ancora segnate sul grafico le ipotesi possibili che rigu
DJI Giornaliero Buongiorno e ben ritrovati con il nostro appuntamento mensile sul Dow Jones. Diverse le novità cicliche che marzo ha portat
Mercati colpiti duramente dallo scandalo della privacy sui social network. Ma non dimentichiamo il neo protezionismo e la guerra diplomatica contro
Oggi vorrei parlare di numeri e criptovalute, sia per fare una breve riflessione su quello che sta succedendo in queste ultime settimane, sia per
Il Fondo Monetario Internazionale bacchetta l’Italia perché la spesa pensionistica è troppo alta a scapito di quella assistenziale che viceversa
Sempre più spesso nelle strade italiane si vedono circolare auto con targhe straniere (Romania, Bulgaria e Svizzera sono le più diffuse). Turismo in
Nella nuova sezione del blog ABBONAMENTO VIEW GIORNALIERA EURO DOLLARO, descrivo in dettaglio le caratteristiche di questo nuovo servizi
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno del presente articolo sono sempli