FOREX: Ottime performance per la sterlina inglese, delude il dollaro australiano mentre Baht thailandese è stabile nonostante la legge marziale

Scritto il alle 18:57 da Redazione Finanza.com

Sul mercato FOREX la regina della giornata è stata la sterlina britannica che ha guadagnato terreno contro tutte le principali divise internazionali (+1% contro rand sudfricano, +0,30% contro euro, +0,20% vs dollaro statunitense).

La forza della sterlina UK è legata ai dati macroeconomici pubblicati dall’ONS (Office for National Statistics). L’Ufficio di Statistica nazionale ha reso noto che l’indice dei prezzi al consumo ha mostrato in aprile un aumento dello 0,4% su base mensile (attese +0,3% m/m) e dell’1,8% su base annuale (aspettative +1,7% a/a). A marzo l’indice CPI aveva mostrato un incremento dell’1,6% a/a. Le cifre macro confermano che da un punto di vista di pressioni inflazionistiche la Gran Bretagna non ha particolari problemi. Il MPC (Monetary Policy Committee) può, quindi, avere le mani libere per utilizzare una più ampia gamma di strategie monetarie. La Bank of England potrebbe essere una delle prime banche centrali tra i paesi occidentali a rialzare il costo del denaro.

Deludenti performance invece per il dollaro australiano. La flessione dell’AUD è legata, in prevalenza, al debole momento dell’economia aussie dopo i forti ribassi delle quotazioni del ferro e al possibile downgrade da parte di S&P’s del giudizio tripla A sul debito. Anche i verbali dell’ultimo meeting della RBA (Reserve Bank of Australia) hanno indebolito il dollaro australiano. Le autorità monetarie hanno confermato che i tassi d’interesse rimarranno al 2,5% ancora per un periodo prolungato di tempo.

Stabile in giornata il baht thailandese (THB) nonostante la decisione dell’esercito thai di decretare la legge marziale nel Paese.

In settimana l’agenda macroeconomica offre molti spunti di particolare interesse prima del weekend elettorale (oggi la moneta unica non ha particolarmente risentito delle tensioni pre-voto). Dagli Stati Uniti ci sarà la pubblicazione delle minute dell’ultimo meeting del FOMC. In Europa giovedì avremo l’annuncio delle stime flash degli indici PMI di Eurolandia (importanti indici sulle prospettive delle principali economie del Vecchio Continente) e venerdì sarà il turno dell’indice IFO.

GBP/AUD
Dal punto di vista tecnico il cross GBP/AUD ha mostrato un violento rialzo nella seduta odierna sulla scia sia della forza della sterlina UK che della debolezza del dollaro australiano. L’eventuale superamento della resistenza in area 1,83 creerebbe i presupposti per una estensione della crescita fino a 1,86 e 1,8830 (picco di marzo). Sopra tali riferimenti via libera verso gli ambiziosi top annuali a 1,9190 circa. Tali prospettive grafiche incomincerebbero a vacillare con il cedimento dei supporti 1,7830 e 1,7740, ultimi appigli utili per scongiurare una caduta verso 1,7615 e 1,7415.

STRATEGIA OPERATIVA
LONG sopra 1,83 con target a 1,86 e 1,8830.
SHORT sotto 1,7740 con obiettivi a 1,74.

EUR/USD
Sessione interlocutoria per il cambio euro/dollaro. Il quadro grafico di breve periodo rimane debole. L’eventuale rottura del supporto in area 1,3675 (ultimo dei ritracciamenti di Fibonacci dell’ascesa dai bottom di aprile) aumenterebbe notevolmente le pressioni ribassiste, aprendo le porte a una discesa importante almeno verso i sostegni situati a 1,36 e 1,35. Segnali di ripresa giungeranno, invece, con una perentoria vittoria delle resistenze posizionate a 1,3785, condizione che potrebbe introdurre un’ascesa verso 1,3840..

STRATEGIA OPERATIVA
LONG sopra 1,3785 per 1,3840 con stop loss a 1,3650.
SHORT sotto 1,3650 per 1,36 e 1,35.

FILIPPO A. DIODOVICH
Market Strategist IG

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli Recenti dal Network
Mercati colpiti duramente dallo scandalo della privacy sui social network. Ma non dimentichiamo il neo protezionismo e la guerra diplomatica contro
Oggi vorrei parlare di numeri e criptovalute, sia per fare una breve riflessione su quello che sta succedendo in queste ultime settimane, sia per
Il Fondo Monetario Internazionale bacchetta l’Italia perché la spesa pensionistica è troppo alta a scapito di quella assistenziale che viceversa
Sempre più spesso nelle strade italiane si vedono circolare auto con targhe straniere (Romania, Bulgaria e Svizzera sono le più diffuse). Turismo in
Nella nuova sezione del blog ABBONAMENTO VIEW GIORNALIERA EURO DOLLARO, descrivo in dettaglio le caratteristiche di questo nuovo servizi
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno del presente articolo sono sempli
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno del presente articolo sono sempli
Sembra incredibile ma il mercato si è magicamente svegliato ed ha capito che forse, nel mondo dei social network, c’è un problema di privacy.