FOREX: Real brasiliano alla prova Mundial, Eur/Jpy ai nuovi minimi da febbraio in attesa della BoJ

Scritto il alle 17:29 da Redazione Finanza.com

Seconda seduta consecutiva in calo per le borse mondiali dopo le figure contrastanti delle vendite al dettaglio statunitensi. Il dato di maggio è stato ben al di sotto delle attese sia quello generale (+0,3% m/m contro +0,6% atteso) che quello che esclude la componente auto (+0,1% m/m contro +0,4%). Sono stati rivisti al rialzo i dati di aprile e questo ha evitato un deterioramento del sentiment sul mercato.

Nonostante i continui miglioramenti che arrivano dal mercato del lavoro, i consumi negli Usa faticano a ripartire e questo rappresenta un punto di debolezza per un’economia che basa il 70% del suo Pil sui consumi.

Nonostante il biglietto verde abbia perso terreno dopo i dati odierni, gli operatori si attendono che il prossimo mercoledì la Federal Reserve continui la riduzione degli acquisti di titoli a un ritmo di 10 miliardi di dollari.

I moniti arrivati da più fronti all’interno della Fed per un rialzo dei tassi di interesse non troverebbe conferma nei dati, che non sono esplosivi al punto tale di giustificare una simile manovra.

In Europa, i listini azionari periferici non hanno seguito i successi registrati sul fronte governativo. L’Italia ha bissato il successo del Bot di ieri sulla scadenza a 3 anni, con il BTp che ha registrato il nuovo minimo storico sul titolo a 3 anni (allo 0,89%).

Buona performance anche per il nuovo benchmark a 7 anni, che ha avuto un’ottima accoglienza soprattutto in termini di domanda. Anche la Spagna ha approfittato del momento favorevole, lanciando il nuovo titolo a 10 anni, prezzato 118 punti sul mid-swap. La richiesta aveva raggiunto nel pomeriggio i 18 miliardi di euro.

La moneta unica continua a rimanere sotto pressione in vista delle ulteriori mosse che la Bce potrebbe lanciare nei prossimi mesi, come è stato evidenziato nel bollettino mensile pubblicato oggi. Recupera terreno anche la lira turca, dopo il violento deprezzamento di ieri a seguito delle tensioni in Iraq.

EUR/JPY
Il cambio Eur/Jpy continua a oscillare intorno in area di 138, dopo aver aggiornato i nuovi minimi da febbraio a quota 137,80. Una chiusura settimanale sotto questo livello potrebbe aprire a una nuova ondata di ribassi che porterebbe il cambio verso i bottom annuali a 136,20.

Questa notte intanto il cambio potrebbe finire sotto pressione in vista del meeting della Banca centrale nipponica. Non sono attese misure di rilievo e la Banca centrale potrebbe continuare a ribadire che non ci saranno nuove misure di QE.

La prima resistenza rimane a 138,30, massimi della notte. Solo il superamento di questo livello potrebbe condurre verso 138,70, bottom della scorsa settimana. Il target principale rimane a 140, livello abbandonato lunedì scorso.

STRATEGIA OPERATIVA
LONG sopra 138,30 con target a 138,70 e 140
SHORT sotto 137,80 con obiettivi a 136,20

USD/BRL
Si riducono le pressioni sul real brasiliano a poche ore dal fischio d’inizio del Mondiale. Il mercato rimane a guardare da vicino l’evoluzione degli eventi e potrebbe temere l’insorgere di scontri durante la cerimonia di apertura. Il real brasiliano potrebbe rimanere “sotto scacco” per tutta la durata dell’evento e subire pressioni ribassiste se la squadra di casa dovesse uscire dalla competizione.

Dal punto di vista tecnico, il cambio Usd/Brl si è riportato in area 2,24, dopo aver toccato un massimo a 2,31 la scorsa settimana. Solo il cedimento dei minimi di ieri potrebbe aprire a un ritorno verso i minimi di maggio a 2,22 e poi a 2,20 (bottom di aprile).

In scia a quanto detto sopra, difficile aspettarsi un riposizionamento sotto questo livello nelle prossime 3 settimane. Eventuali tensioni potrebbero portare velocemente il cambio verso 2,31. Il superamento di questo target aprirebbe poi a un accelerazione a 2,40, top di marzo.

STRATEGIA OPERATIVA
LONG sopra 2,2550 con target a 2,31
SHORT sotto 2,24 con obiettivi a 2,22 e 2,20

VINCENZO LONGO
Market Strategist IG Italia

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags: , , , ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli Recenti dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) ) [ uscita rialzista ] prossimo 2019/2020 Setup
Malgrado i venti di guerra, i mercati tengono bene le quotazioni, anzi, rimbalzano un po' anche se siamo ancora lontani dalle valutazioni di inizio
Dopo un anno di lavoro ci si può sentire già pronti per nuove sfide, facendo scattare il desiderio di un avanzamento professionale. Ma il dubbio
Ftse Mib: l'indice italiano ieri ha dato un segnale importante chiudendo e superando al rialzo il gap down lasciato aperto il 5 febbraio. Importante u
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno del presente articolo sono se
Il mercato del lavoro è sempre più affollato da lavoratori  con contratti a termine. I giovani, di cui si compone la maggioranza di questi, far
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) ) [ uscita rialzista ] prossimo 2019/2020 Setup
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno del presente articolo