Mercati in rosso com i dati deludenti dal Real Estate Usa e l’aumento delle tensioni geopolitiche

Scritto il alle 17:19 da Redazione Finanza.com

mercati azionari, mercati in rosso, perdita mercati, europa, usa, dati real estate usa, tensioni geopolitiche, azioni usa, fiat, volatilità, borse.it

In calo gli indici statunitensi. Il Dow Jones Industrial Average evidenzia una flessione dello 0,15%, lo S&P500 dello 0,20% e il Nasdaq Composite dello 0,35%. A indebolire le piazze azionarie del paese a stelle e strisce è stato il deludente dato macroeconomico sul settore immobiliare. I nuovi cantieri residenziali a giugno sono risultati pari a 893 mila unità, minimo degli ultimi nove mesi e livello ben inferiore alle attese di mercato (1,02 mln di unità).

Rivisto al ribasso anche il dato di maggio a 985 mila unità. Molto deludente anche il dato prospettico sulle licenze edilizie attestatesi a 963k (consensus 1037k). Una battuta d’arresto particolarmente importante per il comparto immobiliare. Le cifre sono molto deludenti soprattutto negli Stati Meridionali dove i nuovi cantieri residenziali sono scesi a 375 mila unità, livello più basso degli ultimi due anni.

Ricordiamo come la Federal Reserve dopo aver lanciato l’ultimo piano di QE abbia sempre monitorato da vicino sia il mondo del lavoro che il comparto “real estate”. La stessa Janet Yellen, governatore della FED, ha ricordato come i progressi nel mercato immobiliare siano stati inferiori alle previsioni.

Le altre cifre macroeconomiche sono state invece positive. Le richieste di sussidi di disoccupazione sono risultate inferiori alle attese e l’indice della FED di Philadelphia è salito da 17,8 a 23,9 punti nel mese di luglio (livello più alto da marzo 2011). Riteniamo molto interessante l’indice della FED di Philadelphia perché conferma già i dati evidenziati martedì pomeriggio dall’Empire Manufacturing Index dell’area di New York. Il settore manifatturiero americano mostra quindi importanti segnali di ripresa.

Un bel rompicapo per il numero uno della FED. Per le colombe le argomentazioni per lasciare i tassi su livelli bassi per un lungo e prolungato periodo di tempo sono principalmente due: prezzi al consumo e comparto real estate. L’inflazione è ancora ampiamente sotto il 2%, il settore immobiliare evidenzia risultati abbastanza deludenti. I falchi invece insisteranno sui notevoli progressi che ha fatto l’economia statunitense negli ultimi 12 mesi e i rischi di bolle finanziarie che si stanno creando su molti settori, legate alle politiche monetarie espansive.

Noi crediamo che i membri del Board decideranno di anticipare il rialzo del costo del denaro dal 2T 2015 al 1T 2015. Stimiamo che la FED inizierà a incrementare i tassi a inizio del prossimo anno gradualmente di 25 punti base. Ci aspettiamo a fine 2015 i tassi sui fed funds all’1%.

Azioni USA: Microsoft e JPMorgan Chase in grande spolvero
Riflettori puntati su due titoli negli States. Microsoft sale dell’1,50% dopo la notizia shock sul taglio di 18 mila posti di lavoro. JPMorgan Chase ha pubblicato una trimestrale che ha ampiamente superato le aspettative del consensus. La banca ha mostrato un utile per azione adjusted pari a 1,59 dollari ben superiore a 1,31 stimato.

Fiat: forte volatilità sulle indiscrezioni dell’interesse di Volkswagen
Dopo un lungo periodo di calma piatta sulla casa automobilistica italiana ritorna la volatilità (massimi delle ultime 4 settimane) sulla scia di due fattori. Il primo legato alle nuove immatricolazioni in Europa dove Fiat è riuscita a evidenziare un risultato superiore alla media. Il secondo elemento che ha attivato soprattutto gli speculatori sono state le voci di un interesse della casa automobilistica Volkswagen sulle attività di FCA (rumour smentiti).

Crediamo che una possibile integrazione tra i due big sia molto complessa e riteniamo che le probabilità siano veramente molto basse. E’ sicuramente veritiero che nonostante qualche smentita effettuata in passato, Volkswagen abbia forte interesse a guadagnare importanti quote sul mercato americano ma l’obiettivo FCA sembra, a noi, troppo impegnativo. E’ probabile invece che VKW possa comprare qualche casa statunitense molto più piccola di FCA.

Dal punto di vista grafico il movimento dei prezzi è stato particolarmente significativo, mettendo pressione alla resistenza in area 8 euro. Una perentoria vittoria di tale quota darebbe la forza ai corsi per spingersi verso 8,40 almeno, ricoprendo così il gap ribassista che si era aperto il 7 maggio.

Tensioni geopolitiche: possibile abbattimento di aereo di linea da parte dei ribelli filo-russi
Sono circolate indiscrezioni sui mercati su un possibile abbattimento di un aereo di linea della Malaysian Airways in Ucraina da parte delle truppe paramilitari filo-russe. Le voci sono al momento non confermate e crediamo molto difficile che i ribelli abbiano deciso di colpire un obiettivo civile mettendosi contro tutta la comunità internazionale. In caso contrario le tensioni aumenterebbero notevolmente e i mercati finanziari potrebbero essere scossi ulteriormente con ribassi importanti.

FILIPPO A. DIODOVICH
Market Strategist IG

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Mercati in rosso com i dati deludenti dal Real Estate Usa e l'aumento delle tensioni geopolitiche, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

Articoli Recenti dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) ) [ uscita rialzista ] prossimo 2019/2020 Setup
Malgrado i venti di guerra, i mercati tengono bene le quotazioni, anzi, rimbalzano un po' anche se siamo ancora lontani dalle valutazioni di inizio
Dopo un anno di lavoro ci si può sentire già pronti per nuove sfide, facendo scattare il desiderio di un avanzamento professionale. Ma il dubbio
Ftse Mib: l'indice italiano ieri ha dato un segnale importante chiudendo e superando al rialzo il gap down lasciato aperto il 5 febbraio. Importante u
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno del presente articolo sono se
Il mercato del lavoro è sempre più affollato da lavoratori  con contratti a termine. I giovani, di cui si compone la maggioranza di questi, far
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) ) [ uscita rialzista ] prossimo 2019/2020 Setup
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno del presente articolo