Il dollaro canadese consolida dopo dati su inflazione, attenzione puntata sul PIL cinese

Scritto il alle 12:51 da Redazione Finanza.com

forex, pil cina, economia cinese, canada, cad, dollaro canadese, inflazione canada, borse.it

La settimana si è aperta con una propensione al rischio sostenuta in Asia, ma gli operatori europei non si sono lasciati ispirare dal rally dell’azionario; il FTSE è in calo dello 0,52% a Londra, DAX, CAC 40 e IBEX 35 cedono l’1,0% mentre scriviamo. Si apre una settimana ricca di appuntamenti per la Cina, martedì i dati sulla crescita del PIL nel terzo trimestre saranno cruciali per chi opera in CNY. In Canada, le colombe del CAD dovrebbero restare al timone dopo il leggero raffreddamento di settembre. La BoC, che dovrebbe mantenere lo status quo, si riunirà il 22 ottobre.

PIL cinese del terzo trimestre e PBoC forniranno una direzione al CNY

Mentre l’USD/CNY si consolida sui minimi da sette mesi, gli operatori rimangono defilati in attesa dei dati cruciali sulla crescita. Già martedì la pubblicazione del PIL riferito al terzo trimestre, oltre alla diffusione dei dati sulle vendite al dettaglio di settembre, produzione industriale e asset fissi (esclusi quelli rurali) dovrebbero dare nuova direzionalità allo yuan. Si prevede un rallentamento della crescita del PIL al 7,2% per il terzo trimestre (rispetto al 7,5% del secondo trimestre), un’espansione fiacca degli asset fissi e vendite al dettaglio sottotono a settembre. I dati sulla produzione industriale sono contrastanti. Il dato preliminare di HSBC sul PMI manifatturiero di ottobre sarà pubblicato il 23 ottobre.

La debolezza dei dati macroeconomici probabilmente frenerà la recente forza dello yuan o per lo meno rallenterà il ritmo dell’apprezzamento dello yuan. I piani della PBoC per un’altra iniezione di liquidità dovrebbero favorire un rialzo dell’USD/CNY nelle prossime settimane, anche se le discrete barriere sotto 6,18 dovrebbero rendere difficoltosi i tentativi al rialzo. Non si esclude una correzione verso la copertura discendente della nuvola giornaliera di Ichimoku (oggi a 6,1419/6,1720). Non c’è stato un annuncio ufficiale, ma alcuni funzionari che conoscono l’argomento hanno comunicato ai media internazionali che la PBoC fornirà 200 miliardi di yuan a varie banche nazionali e regionali ad azionariato misto per consentir loro di far fronte alle necessità di liquidità di fine anno. Questa operazione sembra essere complementare all’iniezione di 500 miliardi di yuan per le cinque principali banche del paese di settembre.

La PBoC trae vantaggio dall’inflazione debole per aumentare l’allentamento monetario. Nell’ultimo mese, il tasso sui pronti contro termine a 14 giorni è stato tagliato due volte, senza dimenticare l’iniezione di 500 miliardi di yuan. Sono in corso altri stimoli e intanto il governatore Zhou Xiaochuan porta avanti le riforme dei tassi d’interesse basati sul mercato.

Canada: l’inflazione debole dà più tempo alla BoC

Le cifre sull’inflazione canadese hanno confermato le attese di un leggero raffreddamento a settembre. A settembre l’IPC primario è sceso dal 2,1% al 2,0% su base annua. Il calo dei prezzi della benzina e delle automobili è stato compensato dall’aumento dei prezzi dei generi alimentari e delle abitazioni. Per il secondo mese consecutivo, l’IPC di fondo a/a, su cui si basano le decisioni della BoC, è rimasto stabile al 2,1%, lievemente superiore all’obiettivo del 2,0% della BoC. La BoC potrebbe essere obbligata a rivedere la sua politica monetaria accomodante se continuasse il surriscaldamento dei prezzi al consumo. Tuttavia, secondo la BoC, il recente rialzo dei prezzi al consumo è solo temporaneo. Inoltre, la recente flessione dei prezzi del petrolio forse farà scendere ulteriormente l’IPC primario prima della fine dell’anno. Alla riunione del 22 ottobre, la banca potrà quindi mantenere invariato il suo tasso di riferimento all’1,0%. I mercati non prevedono un rialzo del tasso della BoC prima del secondo trimestre del 2015. Questo lunedì l’USD/CAD si consolida sopra 1,1255. Gli indicatori di trend e momentum sono marginalmente positivi, anche se la ripresa dei prezzi del petrolio contribuisce a frenare le perdite nel complesso CAD.

Ipek Ozkardeskaya
Market Analyst di Swissquote Europe

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli Recenti dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) ) [ uscita rialzista ] prossimo 2019/2020 Setup
Stoxx Giornaliero Buonasera, situazione ciclica invariata per lo Stoxx. Ho lasciato ancora segnate sul grafico le ipotesi possibili che rigu
DJI Giornaliero Buongiorno e ben ritrovati con il nostro appuntamento mensile sul Dow Jones. Diverse le novità cicliche che marzo ha portat
Mercati colpiti duramente dallo scandalo della privacy sui social network. Ma non dimentichiamo il neo protezionismo e la guerra diplomatica contro
Oggi vorrei parlare di numeri e criptovalute, sia per fare una breve riflessione su quello che sta succedendo in queste ultime settimane, sia per
Il Fondo Monetario Internazionale bacchetta l’Italia perché la spesa pensionistica è troppo alta a scapito di quella assistenziale che viceversa
Sempre più spesso nelle strade italiane si vedono circolare auto con targhe straniere (Romania, Bulgaria e Svizzera sono le più diffuse). Turismo in
Nella nuova sezione del blog ABBONAMENTO VIEW GIORNALIERA EURO DOLLARO, descrivo in dettaglio le caratteristiche di questo nuovo servizi