L’OPEC rivede al ribasso la domanda di petrolio 2015 e manda in tilt Rublo, Corona Norvegese e Peso Messicano

Scritto il alle 18:18 da Redazione Finanza.com

petrolio, prezzo petrolio, discesa quotazioni, sell off, opec, discesa prezzi petrolio, prezzo oil, rublo, corona norvegese, peso messicano

Rimangono sotto pressione le borse internazionali in scia all’ennesimo tonfo dei prezzi del greggio. Il petrolio, già pesantemente penalizzato nel corso della seduta, ha accelerato al ribasso nel pomeriggio dopo che l’OPEC (Organization of the Petroleum Exporting Countries) ha rivisto al ribasso la domanda di greggio per il 2015, portandola a 28,9 milioni di barili, livello più bassi degli ultimi 12 anni. Il calo è proseguito dopo che l’EIA (Energy Information Administration) ha fatto sapere che la scorsa settimana le scorte di petrolio negli USA sono salite inaspettatamente di 1,5 milioni di barili. Sia il Brent che il WTI hanno aggiornato i minimi da luglio 2009, raggiungendo rispettivamente quota 64,06 e 60,89 dollari.

I movimenti del greggio sono tornati a mettere pressione alle valute dei Paesi esportatori di petrolio. Il deprezzamento ha colpito in modo particolare:

  • ​i​​l rublo (RUB)
  • la corona norvegese (NOK)
  • il peso messicano (MXN)
  • il dollaro canadese (CAD)
  • il dollaro australiano (AUD)

I cali più interessanti hanno riguardato il rublo e il peso messicano. Il cambio tra il biglietto verde e il peso messicano si è portato ai massimi da luglio 2012, al ridosso di area 14,60. Male anche la corona norvegese sia verso euro che verso dollaro. La divisa scandinava ha aggiornato i nuovi minimi da marzo 2009 verso il biglietto verde e da luglio 2009 verso la moneta unica.

Le tensioni sui mercati hanno alimentato un certo flusso di acquisti sullo yen, che ha proseguito la fase di recupero nei confronti del dollaro e dell’euro, complice anche la chiusura di molte operazioni di carry trade. Il cross Usd/Jpy sta tornando verso quota 118, minimi di ieri. Ci aspettiamo che l’apprezzamento della divisa nipponica sia temporaneo. In vista della tornata elettorale in Giappone di domenica prossima, un eventuale vittoria schiacciante del partito Liber-Democratico del premier Abe possa tornare a mettere pressioni ribassiste allo yen. Il primo target del cross Usd/Jpy rimane a 121,70, sui massimi settimanali. Superato questo livello, la corsa potrebbe proseguire sino a 124.

EUR/RUB sfonda area 68
Il deprezzamento ha interessato in modo particolare il rublo, che è tornato a mettere pressione ai minimi di inizio mese verso dollaro, mentre il cambio Eur/Rub ha rotto i massimi storici precedenti, spingendosi sino a 68,17. La direzione sembra essere verso 70, livello psicologico dove la risalita dovrebbe attenuarsi. Ogni eventuale fase di pull back vede come principale livello di supporto l’area di 62,80, botto di inizio mese. Solo un cedimento di questo livello potrebbe condurre a un’estensione della flessione verso i minimi di fine novembre a 55.

Grafico Giornaliero EUR/RUB

euro rublo, grafico giornaliero, grafico eurrub, forex, petrolio, prezzo petrolio, opecFonte: Piattaforma IG

VINCENZO LONGO
Market Strategist IG

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli Recenti dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) ) [ uscita rialzista ] prossimo 2019/2020 Setup
Malgrado i venti di guerra, i mercati tengono bene le quotazioni, anzi, rimbalzano un po' anche se siamo ancora lontani dalle valutazioni di inizio
Dopo un anno di lavoro ci si può sentire già pronti per nuove sfide, facendo scattare il desiderio di un avanzamento professionale. Ma il dubbio
Ftse Mib: l'indice italiano ieri ha dato un segnale importante chiudendo e superando al rialzo il gap down lasciato aperto il 5 febbraio. Importante u
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno del presente articolo sono se
Il mercato del lavoro è sempre più affollato da lavoratori  con contratti a termine. I giovani, di cui si compone la maggioranza di questi, far
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) ) [ uscita rialzista ] prossimo 2019/2020 Setup
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno del presente articolo