La Grecia continua a intimorire le Borse, attenzione degli investitori rivolta a minute Fed

Scritto il alle 18:06 da Redazione Finanza.com

grecia, borse europee, nervosismo, italia, ftse mib, investitori, minute, fomc, fed, federal reserve, spread, titoli di stato, quantitative easing

Azzerano i guadagni le borse europee questo pomeriggio, dopo una seduta caratterizzata dai rialzi. Il mercato rimane ancora molto suscettibile di ulteriori cali in vista delle elezioni greche di fine mese e dell’outlook debole del petrolio. La possibile uscita della Grecia (Grexit) dalla zona euro, di cui si è parlato molto negli ultimi giorni, rimane un ipotesi estrema e la probabilità che ciò avvenga è ancora contenuta.

Nonostante ciò, gli investitori sembrano temere di più la possibilità di una nuova ristrutturazione del debito, che si tradurrebbe in nuove perdite per gli attuali creditori. Questi timori hanno alimentato le vendite sui titoli di Stato ellenici, con i rendimenti sulla scadenza a 10 anni che oggi sono schizzati oltre il 10,7%, nuovo massimo da luglio 2013.

Le tensioni oggi si sono accentuate dopo che un recente sondaggio condotto dall’agenzia Alco ha mostrato che il partito radicale di sinistra Syriza, guidato da Alexis Tsipras, avrebbe il 33,8% dei consensi, contro il 30,5% della Nuova Democrazia, il partito dall’attuale premier, Antonis Samaras. Ci aspettiamo che il sentiment sui mercati possa risentire sulla base dei prossimi sondaggi che di volta in volta verranno rilasciati sino al 25 gennaio, data del voto.

Intanto questa sera l’attenzione si sposterà a Wall Street, quando saranno pubblicati i verbali del FOMC relativi al meeting di dicembre. Visto il continuo deterioramento del prezzo del greggio (-17% dal giorno del meeting della Banca centrale statunitense), è difficile dare una lettura attendibile a questo report.

Probabilmente il continuo timore di una deflazione a livello globale potrebbe spingere la Fed a ritardare il piano di rialzo dei tassi di interesse o, quanto meno, a ridurne il ritmo di rialzo una volta che sarà avviata la politica monetaria restrittiva.

VINCENZO LONGO
Market Strategist IG

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli Recenti dal Network
La cornucopia delle pensioni è approntata ma non si decide a elargire i suoi frutti. E’ un gran parlare di modifiche, riforme, soppressione di ques
Ma davvero c'era qualche ingenuo che credeva che le trattative tra gli Stati Uniti e la Cina per evitare una vera e propria guerra commerciale era
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) ) [ uscita rialzista ] prossimo 2019/2020 Setup
In questi giorni l’attenzione degli operatori è tutta concentrata sulla vicenda dei dazi doganali e del neo protezionismo indetto dal president
Quella tra USA e Cina è molto più di una guerra commerciale. In palio la leadership economica mondiale dei prossimi anni. Ma la demografia e la ro
Partenza in ampio gap rialzista per il Ftse Mib che, incassata la vittoria sulla precedente resistenza a 22.400 (ora supporto importante), è già all
Mentre i mercati americani cercano disperatamente di attuare il rimbalzo del gatto morto per allontanare per qualche giorno l'abbattimento traumat
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno del presente articolo sono sempli