Trading: la volatilità torna a impadronirsi delle borse

Scritto il alle 16:46 da Redazione Finanza.com

borse, borse europee, mercati azionari, volatilita, trading, federal reserve, wall street

Torna a impadronirsi dei mercati la volatilità dopo la pausa di ieri. Gli indici europei proseguono in forte calo a meno di mezz’ora dalla chiusura. In rosso anche Wall Street, con il Nasdaq che perde oltre l’1%. Nonostante il fallimento dell’ennesimo Eurogruppo, è difficile imputare i movimenti di oggi unicamente alla Grecia. Sui mercati continuiamo a osservare movimenti correlati tra loro come accaduto nelle ultime settimane.

Il calo del dollaro, probabilmente guidato da una maggiore probabilità di slittamento del rialzo dei tassi di interesse della Federal Reserve, tende a far apprezzare un po’ tutte le commodity, tra cui anche il petrolio.

A sua volta il rialzo del greggio (oggi il Brent è arrivato a segnare anche un +2%) modifica le aspettative inflattive sul mercato. La possibilità di un’inflazione mediamente più alta nel medio/lungo periodo genera vendite sul comparto reddito fisso, tra cui i bond governativi.

Proprio questa mattina, i titoli di Stato hanno accelerato al ribasso in concomitanza con i forti rialzi del greggio. Tornando sul fronte valutario, le vendite sul biglietto verde e l’apprezzamento generalizzato dell’euro torna a penalizzare i listini azionari europei, che vedono dietro questo movimento un forte ridimensionamento dell’export.

Domani la volatilità potrebbe toccare l’apice in concomitanza con i molti dati macro in agenda. In Europa, l’attenzione sarà rivolta ai dati sul PIL del 1° trimestre di Francia, Germania e Italia. Nonostante il QE della Bce sia partito a marzo, i dati dovrebbero mostrare segnali di ripresa alla luce del deprezzamento dell’euro che dovrebbe aver favorito la bilancia commerciale di molti Paesi.

Negli Usa saranno pubblicate le figure sulle vendite al dettaglio di aprile, dato particolarmente importante visto sarà il primo che va a contribuire al Pil del secondo trimestre nel paese a stelle e strisce.

Una delusione su questo fronte potrebbe alimentare una debolezza del dollaro con il cross Eur/Usd che potrebbe tentare di raggiungere area 1,1450.

VINCENZO LONGO
Market Strategist IG

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli Recenti dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) ) [ uscita rialzista ] prossimo 2019/2020 Setup
Malgrado i venti di guerra, i mercati tengono bene le quotazioni, anzi, rimbalzano un po' anche se siamo ancora lontani dalle valutazioni di inizio
Dopo un anno di lavoro ci si può sentire già pronti per nuove sfide, facendo scattare il desiderio di un avanzamento professionale. Ma il dubbio
Ftse Mib: l'indice italiano ieri ha dato un segnale importante chiudendo e superando al rialzo il gap down lasciato aperto il 5 febbraio. Importante u
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno del presente articolo sono se
Il mercato del lavoro è sempre più affollato da lavoratori  con contratti a termine. I giovani, di cui si compone la maggioranza di questi, far
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) ) [ uscita rialzista ] prossimo 2019/2020 Setup
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno del presente articolo