Borsa Italiana: brillanti alternative per EI Towers e Rai Way dopo il no all’Opas

Scritto il alle 12:22 da Redazione Finanza.com

borsa italiana, ei towers, rai way, raiway, opas, offerta, servizi radiotelevisivi, Internet of Things, banda larga, risultati, trimestrali, italia, viale mazzini

La luce su EI Towers e Rai Way si accese il 24 febbraio scorso quando fu annunciata l’Opas (offerta pubblica di acquisto e scambio) da parte di EI Towers, società del gruppo Mediaset che opera nel settore delle telecomunicazioni e svolge inoltre servizi radiotelevisivi, su Rai Way, società di diffusione del segnale radiotelevisivo della Rai.

A seguito di tale annuncio si alzò un gran polverone perché EI Towers, controllata del Biscione, avrebbe assunto il controllo di Rai Way per il 66,67% del capitale sociale. Valore troppo elevato rispetto ai vincoli esistenti su Rai Way. La società del gruppo Rai e quindi controllata indirettamente dal Ministero dell’Economia, non poteva lasciare più del 51% in mano ai privati (ed in particolar modo – a dire di qualcuno – in mano a Berlusconi). L’offerta riconosceva ai soci di Rai Way una componente in contanti di 3,13 euro e 0,03 azioni ordinarie di EI Towers di nuova emissione.

La possibile fusione, dopo settimane di discussione, terminò con un nulla di fatto il 22 aprile scorso. EI Towers in tale data annunciò che l’operazione era conclusa senza lieto fine. Rossotto, presidente del consiglio di amministrazione Rai Way, ha recentemente chiuso il caso dell’Opas dichiarando: “La loro Opas era improcedibile perché il 51% deve rimanere in mano pubblica. Non ci sono le condizioni di contesto perché questa operazione possa farsi: da un lato le regole dell’Antitrust, dall’altro il 51% in mano pubblica”.

I due titoli da febbraio ad aprile hanno performato in maniera brillante, EI Towers è salita del 20% e Rai Way di circa il 15%. E Non hanno terminato a primavera la loro corsa, continuando a mostrare dei buoni rialzi in tutto il 2015. EI Towers mostra una performance year to date del 33% circa e Rai Way addirittura del 45%.

Il mercato sta premiando l’ingresso di EI Towers nell’Internet of Things (come ad esempio sveglie che suonano prima in caso di traffico, scarpe da ginnastica che trasmettono tempi, velocità e distanza per gareggiare in tempo reale con persone dall’altra parte del globo, vasetti delle medicine che avvisano i familiari se si dimentica di prendere il farmaco).

Tutti gli oggetti possono quindi acquisire un ruolo attivo grazie al collegamento alla rete. La società ha annunciato una partnership con Sigfox, produttore francese di apparati a basso consumo, per sviluppare una rete adatta all’Internet of Things.

Gli investitori sono quindi positivi sul titolo e la maggior parte degli analisti vede al rialzo l’azione nel prossimo futuro, con i target price vicini o superiori a quota 60 euro. Il primo semestre 2015 si è chiuso con 119,4 milioni di ricavi, in crescita rispetto lo scorso anno, l’utile netto invece si è attestato a 20,3 milioni (+11,9%) con un utile per azione (EPS) a 0,72 euro.

EI Towers pubblicherà gli utili del terzo trimestre giovedì 5 novembre. Ci si aspettano degli EPS a 0.46 euro e i ricavi in salita a 59,98 milioni di euro. Se i risultati dovessero essere confermati sarà probabile vedere il titolo ritrovare quota nel range 55-58 euro, che sono livelli al quale l’azione ha negoziato per quasi tutto l’anno.

Rai Way, dal canto suo, chiuse le porte alla fusione con Ei Towers, punta a realizzare piccole acquisizioni nelle torri broadcasting nei prossimi due anni e a sostenere il governo nel progetto della banda ultra larga.

Questo, in sintesi, è quanto è emerso dall’incontro con la comunità finanziaria della società delle torri di Viale Mazzini che ha presentato il suo primo piano industriale al 2019 da quando è stata quotata lo scorso novembre 2014.

Il piano prevede nel 2019 ricavi per 230 milioni di euro, pari a Compound Annual Growth Rate (CAGR) del 2,1% nel periodo, 123 milioni di euro Ebitda e 57 milioni di euro di utile netto. Stabile la politica dei dividendi che nel maggio 2015 ha pagato agli azionisti 0.12 euro.

A fine luglio sono stati pubblicati i risultati del primo semestre 2015 con l’utile netto in aumento del 10% a 19,8 milioni di euro, con ricavi a 105 milioni, in crescita dell’1,4% rispetto ai 103,5 milioni del primo semestre 2014.

Rai Way pubblicherà i risultati del trimestre oggi martedì 3 novembre, il consensus positivo intorno al titolo potrebbe portare l’azione a riavvicinarsi a quota 5 euro.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Borsa Italiana: brillanti alternative per EI Towers e Rai Way dopo il no all’Opas, 9.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

Articoli Recenti dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) ) [ uscita rialzista ] prossimo 2019/2020 Setup
PREVISIONE Come vediamo dal grafico mercoledì 17 gennaio dovremmo avere fatto il massimo del Mensile (1,23234), il terzo di questo Trime
Dopo una fase tentennante, il report del CFTC accetta la forza delle riforme di Donald Trump e libera ulteriore forza a favore del trend. Analisi de
Inutile che vado a spiegarvi cosa è il Big Mac Index. Per avere ulteriori informazioni sul Big Mac Index, potete cliccare QUI e avrete un sacco
L'azienda resa famosa dalle schedine del Totocalcio gioca la carta FinTech, per anticipare i cambiamenti in atto nel settore dei pagamenti cashless. E
Ftse Mib: apre allineato alla chiusura di venerdì l'indice tricolore, dopo l'arresto della scorsa settimana sulla resistenza collocata in area 23.860
Guest post: Trading Room #271. Ormai siamo a un passo dalla resistenza granitica posta in area 24000. E ora viene il bello... Intanto occhio a BPER
ll Consiglio dei ministri ha finalmente approvato l'intesa sul rinnovo del contratto degli statali del 23 dicembre scorso tra sindacati e Aran, l'Agen