Petrolio e rimbalzo del rublo: non è tutto oro quello che luccica. E la Banca Centrale Russa potrebbe tagliare i tassi

Scritto il alle 12:33 da Redazione Finanza.com

rublo, petrolio, quotazioni, outlook, banca centrale russa, politica monetaria, materie prime, commodity, mercato valutario, forex, swissquote

Dai minimi toccati a gennaio (quando occorrevano 82 rubli per comperare un singolo dollaro) alle quotazioni di questi giorni (65), il rublo potrebbe non avere esaurito la sua corsa al rialzo dovuta principalmente al rimbalzo dei prezzi del petrolio.

Infatti le previsioni per lo scenario energetico russo risultano in miglioramento nonostante l’attuale surplus di produzione, poiché le aspettative di una maggiore domanda di petrolio per gli anni a venire costituiscono uno dei driver principali del movimento verso l’alto dell’oro nero. Ma non è tutto oro quello che luccica.

Infatti, crediamo che il rapido riapprezzamento della moneta russa possa costituire un problema nel medio termine per le stesse esportazioni di petrolio, che verrebbero inevitabilmente danneggiate da un cambio in salita.

Di conseguenza oggi la Banca Centrale Russa potrebbe provare ad indebolire la moneta abbassando il tasso di interesse al 10,50% poiché riteniamo che gli attuali livelli del rublo possano rappresentare un’opportunità per normalizzare la politica monetaria. Gli effetti indesiderati sull’inflazione (sopra il 7%) verrebbero infatti controbilanciati dal rafforzamento dei prezzi sia del rublo che del petrolio.

Ovviamente, mantenere un tasso di riferimento a doppia cifra non semplifica la vita ai banchieri e ai policy maker di Mosca e gli investimenti a lungo termine sono quelli che si ritrovano a risentirne maggiormente poiché il premio richiesto per mantenere la redditività di un investimento risulta molto elevato.

Confermiamo la nostra visione rialzista sul rublo (entro tre mesi crediamo che il cambio USDRUB possa tornare a 60) anche a seguito dell’atteggiamento di moderazione mostrato dalla Fed, che mette in evidenza tutte le difficoltà attuali dell’economia americana.

Yann Quelenn
analista Swissquote

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 2.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Petrolio e rimbalzo del rublo: non è tutto oro quello che luccica. E la Banca Centrale Russa potrebbe tagliare i tassi, 2.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

Articoli Recenti dal Network
Mercati colpiti duramente dallo scandalo della privacy sui social network. Ma non dimentichiamo il neo protezionismo e la guerra diplomatica contro
Oggi vorrei parlare di numeri e criptovalute, sia per fare una breve riflessione su quello che sta succedendo in queste ultime settimane, sia per
Il Fondo Monetario Internazionale bacchetta l’Italia perché la spesa pensionistica è troppo alta a scapito di quella assistenziale che viceversa
Sempre più spesso nelle strade italiane si vedono circolare auto con targhe straniere (Romania, Bulgaria e Svizzera sono le più diffuse). Turismo in
Nella nuova sezione del blog ABBONAMENTO VIEW GIORNALIERA EURO DOLLARO, descrivo in dettaglio le caratteristiche di questo nuovo servizi
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno del presente articolo sono sempli
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno del presente articolo sono sempli
Sembra incredibile ma il mercato si è magicamente svegliato ed ha capito che forse, nel mondo dei social network, c’è un problema di privacy.