Focus mercati: le banche italiane proseguono il rimbalzo, male Unicredit

Scritto il alle 18:30 da Redazione Finanza.com

unicredit, banche italiane, male, rimbalzo, piazza affari, mercati, focus, aumento capitaleAltra seduta positiva per i titoli del settore finanziario. Sul comparto, però, rimane altissima la speculazione in vista di probabili nuovi interventi del governo Renzi volti a ripianare la difficile situazione di alcuni istituti italiani.

Nonostante i continui colloqui con Bruxelles, le misure, però, tardano ad arrivare e presto i mercati potrebbero tornare ad innervosirsi. La scadenza più importante è quella del 29 luglio, giorno in cui saranno pubblicati gli stress test dell’EBA. Non escludiamo che, in mancanza di qualche misura, le tensioni possano emergere già prima di quell’evento.

Non segue il rimbalzo dei bancari, Unicredit che perde quasi 3 punti percentuali. I timori sull’ingente aumento di capitale e le voci sulla possibile mancata megafusione tra Pioneer e Santander Asset Management hanno spinto le vendite sul gruppo italiano.

Il problema delle banche che appariva solo italiano, negli ultimi giorni sembra aver assunto una dimensione più europea. Seppur con problemi differenti, i nomi che circolano tra i vari desk sono sempre gli stessi: Deutsche Bank e le Landesbank tedesche.

La struttura dei ricavi particolarmente debole su cui poggia il sistema bancario europeo in una lunga era di tassi di interesse a livello zero e i problemi relativi ai non performing loans delle banche italiane sono elementi in grado di generare una grave crisi sistemica.

Non crediamo che i rialzi delle ultime due sedute siano sintomo di un cambiamento del clima di fiducia degli investitori sul comparto. Riteniamo che, se le istituzioni europee e i governi nazionali dovessero continuare a temporeggiare senza trovare una soluzione definitiva, gli ordini di vendita torneranno a dominare sul mercato, con i recenti minimi che potrebbero essere nuovamente testati.

Sarà Theresa May a sostituire Cameron, confermando attese
La decisione di Andrea Leadsom di ritirarsi ha siglato la vittoria di Theresa May. La nomina del nuovo leader dei Tories sarà annunciata mercoledì sera quando David Cameron lascerà il proprio posto, ben prima della data prevista del 9 settembre.

Un insediamento al 10 di Downing Street potrebbe allentare le tensioni sul processo della Brexit. Nonostante le critiche arrivate dagli stessi conservatori sull’atteggiamento da “Remaineer” del ministro degli Interni, la stessa Theresa May ha ribadito che Brexit significa Brexit e si continuerà a procedere verso l’obiettivo.

Osservando l’opposizione i laburisti stanno vivendo un momento particolarmente difficile. La leadership di Jeremy Corbyn è stata messa in discussione da Angela Eagle che ha espressamente dichiarato di volere prendere il suo posto.

I mercati hanno reagito positivamente alla decisione di Andrea Leadsom di lasciare la corsa per il ruolo di primo ministro. L’indice FTSE 100 ha mostrato uno spike rialzista importante e anche la sterlina ha recuperato sul dollaro. L’indice UK è sui massimi degli ultimi 11 mesi sulla scia di un aumento di attese su nuove misure espansive da parte della BoE nella prossima riunione del 14 luglio.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli Recenti dal Network
Oggi vorrei parlare di numeri e criptovalute, sia per fare una breve riflessione su quello che sta succedendo in queste ultime settimane, sia per
Il Fondo Monetario Internazionale bacchetta l’Italia perché la spesa pensionistica è troppo alta a scapito di quella assistenziale che viceversa
Sempre più spesso nelle strade italiane si vedono circolare auto con targhe straniere (Romania, Bulgaria e Svizzera sono le più diffuse). Turismo in
Nella nuova sezione del blog ABBONAMENTO VIEW GIORNALIERA EURO DOLLARO, descrivo in dettaglio le caratteristiche di questo nuovo servizi
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno del presente articolo sono sempli
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno del presente articolo sono sempli
Sembra incredibile ma il mercato si è magicamente svegliato ed ha capito che forse, nel mondo dei social network, c’è un problema di privacy.
Con le dovute cautele in tema di confronti, sembra davvero di essere tornati alla ormai lontana estate del 2013, quando all'improvviso, mentre ban