Usa: Nonfarm Payrolls di agosto allontano rialzo tassi a settembre

Scritto il alle 14:35 da Redazione Finanza.com

stati uniti, usa, america, nonfarm payrolls, non farm payrolls, dati macro, macroeconomia, mercato del lavoro, disoccupazione, 2016, agosto

Il Bureau of Labor Statistics (BLS) ha comunicato che, nel mese di agosto, sono stati creati 151.000 nuovi posti di lavoro nei settori non agricoli statunitensi, un dato inferiore alle aspettative del consenso, ferme a 175 mila nuove unità.

Il tasso di disoccupazione è rimasto fermo al 4,9% per il terzo mese consecutivo, mentre il tasso di partecipazione al lavoro si è attestato al 62,8%. Sono stati anche rivisti i dati di giugno e luglio, passati rispettivamente a 271 mila unità (da 292.000) e a 275 mila unità (da 255.000).

Segnali di debolezza sono arrivati dai salari, cresciuti di un modesto 0,1% m/m (+2,4% a/a). Tra i vari settori, sono arrivati contributi positivi dal comparto dei servizi food and beverage (+34 mila posti) ed health care (+14 mila unità), mentre importanti deflussi sono stati registrati nel comparto dei servizi a domicilio.

Nel complesso, non è un report entusiasmante quello di agosto. La crescita dei posti di lavoro è stata più bassa rispetto alla media dei 12 mesi precedenti (+204 mila unità) e il comparto manifatturiero continua a rimanere in difficoltà, come confermato anche ieri dall’indice ISM.

Crediamo che il dato odierno contribuisca a scacciare gli ultimi dubbi (per chi ne avesse) sul rialzo nella prossima riunione Fed del 20-21 settembre, ma non scalfisce le attese di un rialzo a fine anno. Le probabilità di un rialzo tassi si sono mosse leggermente dopo i dati, attestandosi al 18% a settembre, al 26% a novembre e al 55% di dicembre, contro le rilevazioni pre-dato, rispettivamente al 24%, 30% e 55% (invariato).

Sui mercati abbiamo assistito a delle prese di profitto sul biglietto verde dopo il recente rialzo, anche se i movimenti sono rientrati subito. Segnali più evidenti sono arrivati dal mercato azionario, con i future che a Wall Street hanno virato in positivo apprezzando un rialzo non imminente già a settembre, che probabilmente gli operatori giudicavano troppo spregiudicato.

Qualche acquisto si è affacciato anche sugli indici europei. Nonostante i segnali positivi, sarà interessante vedere se Wall Street riuscirà a difendersi dalle vendite in vista del lungo ponte festivo data la chiusura per festività di lunedì (Labour Day).

VINCENZO LONGO
Market Strategist IG

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli Recenti dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) ) [ uscita rialzista ] prossimo 2019/2020 Setup
PREVISIONE Come vediamo dal grafico mercoledì 17 gennaio dovremmo avere fatto il massimo del Mensile (1,23234), il terzo di questo Trime
Dopo una fase tentennante, il report del CFTC accetta la forza delle riforme di Donald Trump e libera ulteriore forza a favore del trend. Analisi de
Inutile che vado a spiegarvi cosa è il Big Mac Index. Per avere ulteriori informazioni sul Big Mac Index, potete cliccare QUI e avrete un sacco
L'azienda resa famosa dalle schedine del Totocalcio gioca la carta FinTech, per anticipare i cambiamenti in atto nel settore dei pagamenti cashless. E
Ftse Mib: apre allineato alla chiusura di venerdì l'indice tricolore, dopo l'arresto della scorsa settimana sulla resistenza collocata in area 23.860
Guest post: Trading Room #271. Ormai siamo a un passo dalla resistenza granitica posta in area 24000. E ora viene il bello... Intanto occhio a BPER
ll Consiglio dei ministri ha finalmente approvato l'intesa sul rinnovo del contratto degli statali del 23 dicembre scorso tra sindacati e Aran, l'Agen